1965 Mercedes-Benz SL Pagode

230

Summary

  • Year of manufacture 
    1965
  • Car type 
    Convertible / Roadster
  • Drive 
    LHD
  • Condition 
    Used
  • Interior colour 
    Black
  • Interior type 
    Leather
  • Number of doors 
    2
  • Number of seats 
    2
  • Location
  • Exterior colour 
    White
  • Gearbox 
    Manual
  • Fuel type 
    Petrol

Description

Vettura completamente restaurata
Radio
KM 5.000 segnati su strumento
Hard Top
La 230 SL viene presentata ufficialmente al pubblico nel 1963, in occasione del Salone di Ginevra. L’auto, una delle più belle della sua classe, ha il compito di sostituire le ormai anziane 190 SL e 300 SL. Le sue peculiarità principali sono rappresentate da un design elegante, interni curati e un motore dalle prestazioni soddisfacenti. In altre parole, è una gran turismo capace di fornire un adeguato mix di comodità e piacere di guida. Prima di proseguire con la sua descrizione, però, è opportuno spiegare che cosa intende(va) la Mercedes per roadster, coupé e roadster-coupé: le tre definizioni identificano una sola vettura, improntata in tre declinazioni. La roadster è provvista solo di capote in tela, la coupé di tetto rigido (hard-top) e la roadster-coupé di entrambe le coperture.

Linea personale. La 230 SL è indubbiamente originale nel taglio a “pagoda” dell’hard top che trasforma la vettura in un elegante coupé per la stagione fredda. L’andamento particolarmente orizzontale del frontale è accentuato dalla presa d’aria con la Stella, che ricorda quella delle vetture da corsa del 1954-1955. Alle estremità svettano fari dalle dimensioni generose, incorporati nella carenatura in vetro, simile a quella delle berline 220 e 300. Andamento orizzontale anche nella coda, molto riuscita. Piatta la sagoma del bagagliaio. Originali i due piccoli ma solidi paraurti, sotto le luci di coda. Le fiancate mettono invece in evidenza un’ampia superficie vetrata e una linea di cintura piuttosto bassa. Gl’interni sono curati. Comodi e spaziosi i sedili. L’accesso ai posti è agevole anche con l’hard top, grazie all’ampiezza delle portiere, sulla cui parete interna sono ricavate due comode tasche rigide. Comandi nel complesso pratici. Abbastanza completa la strumentazione.

La tecnica. Il “cuore” della 230 SL è un sei cilindri in linea di 2306 cc, monoalbero a camme in testa, in grado di erogare una potenza massima di 170 cv sae. Il motore è anteriore e la trazione sulle ruote posteriori, tramite un cambio di velocità a quattro rapporti tutti sincronizzati e un albero di trasmissione in due tronchi. A richiesta, con sovrapprezzo, è possibile montare un cambio automatico Daimler-Benz a quattro rapporti. L’impianto frenante è di tipo misto: a disco all’avantreno (con servofreno a richiesta) e a tamburo al retrotreno.