1987 Mercedes-Benz 190 E

2.3 16V

Summary

  • Year of manufacture 
    3/1987
  • Mileage 
    69 670 km / 43 291 mi
  • Car type 
    Other
  • Condition 
    Used
  • Interior colour 
    Black
  • Number of doors 
    5
  • Location
  • Exterior colour 
    Gray
  • Gearbox 
    Manual
  • Fuel type 
    Petrol

Description

W201 is the design code for a medium-high-end sedan produced by the German Mercedes-Benz between October 1982 and 1993 and sold under the trade name of 190.

The 190 is an extraordinarily important model in the history of the Stuttgart house, in three aspects in particular: the line, designed by Bruno Sacco (head of the Mercedes Style Center since 1975) and which will influence all subsequent production of the brand; the innovative rear suspension scheme, called multilink and destined to become a reference for automotive technology; finally, the entry of Mercedes-Benz into a segment of the market that is lower than the usual one.

The Mercedes 190 was produced in four high-performance versions, desired by the German company to introduce this model in the Touring championships. The road versions were used to obtain homologation in these championships and therefore to be able to enter the cars themselves. The 190 employees in the race obtained in most cases only good final placings, but towards the end of the 190’s career there were also significant affirmations that raised the interest of the public. A brief description is provided below for each of these models.

This model was the first to be introduced by the House of the three-pointed star. It was presented to the general public at the 1983 Frankfurt Motor Show, in autumn, but already a few months earlier, in the summer, it had already been previewed to the press on the Nardò (LE) circuit, where three pre-series specimens set significant records. speed, traveling at an average of 247.939 km / h.

The main reason of interest of the 190 E 2.3-16 is the engine, whose monobloc derives from the 2-liter standard production; with reworked cylinders and head reworked by the British Cosworth, which included, among other things, a double camshaft and four valves per cylinder, the maximum power reached 185 HP at 6200 rpm, a remarkable value for an engine born in 1983. The The production car’s top speed, launched only a year after its presentation in Frankfurt, was partially downsized, reaching 230 km / h, with acceleration from 0 to 100 km / h in just 7.5 seconds.

Italian car

Single-owner

Perfectly preserved

Original plates

69,000 km

Registration 13/03/1987

Black external color inside fabric

Book service

W201 è la sigla progettuale di una berlina di fascia medio-alta prodotta dalla tedesca Mercedes-Benz tra l’ottobre 1982 ed il 1993 e venduta col nome commerciale di 190.

La 190 è un modello straordinariamente importante nella storia della casa di Stoccarda, per tre aspetti in particolare: la linea, disegnata da Bruno Sacco (capo del Centro Stile Mercedes dal 1975) e che influenzerà tutta la produzione successiva della marca; l’innovativo schema delle sospensioni posteriori, chiamato multilink e destinato a divenire un riferimento per la tecnica automobilistica; infine l’ingresso di Mercedes-Benz in un segmento del mercato inferiore a quello abituale.

La Mercedes 190 venne prodotta in quattro versioni altamente performanti, volute dalla Casa tedesca per introdurre questo modello nei campionati Turismo. Le versioni stradali servivano per ottenere l’omologazione in tali campionati e quindi per poter iscrivere le vetture stesse. Le 190 impiegate in gara ottennero nella maggior parte dei casi solo dei buoni piazzamenti finali, ma verso la fine della carriera della 190 arrivarono anche significative affermazioni che fecero lievitare l’interesse del pubblico. Di seguito viene fornita una breve descrizione per ognuno di questi modelli.

Questo modello è stato il primo ad essere introdotto dalla Casa della stella a tre punte. Fu presentato al grande pubblico al Salone di Francoforte del 1983, in autunno, ma già qualche mese prima, in estate, era stato presentato in anteprima alla stampa sul circuito di Nardò (LE), dove tre esemplari di pre-serie stabilirono significativi record di velocità, viaggiando ad una media di 247,939 km/h.

Il maggior motivo di interesse della 190 E 2.3-16 è costituito dal motore, il cui monoblocco deriva dal 2 litri di normale produzione; con cilindri rialesati e testata rielaborata dalla britannica Cosworth, che includeva tra l’altro un doppio asse a camme e quattro valvole per cilindro, la potenza massima raggiungeva ben 185 CV a 6200 giri/min, valore notevole per un motore nato nel 1983. La velocità massima della vettura di serie, lanciata solo un anno dopo la presentazione a Francoforte, venne parzialmente ridimensionata, toccando i 230 km/h, con accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 7,5 secondi.

Auto Italiana

Unico Proprietario

Perfettamente conservata

Targhe Originali Modena

Km 69.000

Immatricolazione 13/03/1987

Colore esterno nero interno stoffa

Book service