1976 Lancia Stratos

Stradale

Summary

  • Year of manufacture 
    1976
  • Car type 
    Coupé
  • Reference number 
    LAN11
  • Drive 
    LHD
  • Condition 
    Used
  • Number of seats 
    2
  • Location
  • Exterior colour 
    Other
  • Gearbox 
    Manual
  • Drivetrain 
    2wd
  • Fuel type 
    Petrol

Description

Un prototipo a motore centrale dalle linee fortemente anticonvenzionali, anzi, molto avveniristiche, opera del designer Marcello Gandini della Carrozzeria Bertone, che destò grande stupore al salone di Torino del 1970.
Un anno più tardi la Stratos assunse dei connotati più conformi alle esigenze dell’ impiego su strada, oltre che alla produzione in serie, pur mantenendo linee e volumi particolarmente originali per l’ epoca.
Nella versione definitiva, la vettura venne munita di cambio e motore della Dino 246 montato trasversalmente in posizione centrale, in grado di erogare 192 cv, i quali, abbinati ad un telaio monoscocca in acciaio, resero la Stratos un'automobile sportiva molto competitiva.
La lenta attività di produzione nello stabilimento Bertone, costrinse la Stratos a gareggiare come prototipo, finché non venne raggiunta la quantità di esemplari necessari richiesti, per l'omologazione in Gruppo 4. In merito, si afferma che nel 1974 ne siano stati costruiti 500 esemplari.
La veridicità di tale affermazione è stata messa in dubbio da molti, dato che pare che gli esemplari costruiti siano stati, in realtà, meno di 500; d'altra parte, 17 mesi dopo, la soglia minima venne abbassata a 400 esemplari, rendendo così inutile ogni polemica.

English

A central motor prototype with the highly contradictory, very futuristic works of designer Marcello Gandini of the Carrozzeria Bertone, which was a great surprise at the salon in Turin in 1970.
A year later, Stratos took on the features more in line with the needs of the job on the road, as well as in series production, while maintaining lines and volumes particularly original for the era.
In the final version, the car was fitted with a Dino 246 gearbox and engine transversally mounted centrally in position to deliver 192 hp, which, combined with a single steel frame, made Stratos a very competitive sports car.
The slow production activity at the Bertone factory forced Stratos to compete as a prototype until the required number of required specimens was reached for the Group 4 approval.
In this respect, it was claimed that in 1974, 500 examples were built.
The truth of this claim has been questioned by many, since it seems that the units that were built were actually less than 500.