2006 Maserati Gran Sport

MC8 GranSport Laboratorio

Zusammenfassung

  • Baujahr 
    2006
  • Automobiltyp 
    Coupé
  • Losnummer 
    32
  • Rennwagen 
    Ja
  • FIA-Papiere 
    Ja
  • Lenkung 
    Links
  • Zustand 
    Gebraucht
  • Anzahl der Türen 
    2
  • Zahl der Sitze 
    1
  • Standort
  • Außenfarbe 
    Schwarz
  • Getriebe 
    Schaltgetriebe
  • Leistung 
    468 PS / 345 kW / 462 BHP
  • Antrieb 
    Zweirad
  • Kraftstoff 
    Benzin

Beschreibung

MASERATI MC8 GranSport Laboratorio - Ufficiale Maserati
Esemplare unico
Motore 468 HP
Anno 2006

Auto rarissima ed ultima Maserati ufficiale impegnata nelle corse. Rappresenta sicuramente un pezzo importante della storia contemporanea della Maserati, oltre ad essere stata condotta in gara da importanti piloti.

Auto allestita in esemplare unico dalla Maserati R&D Factory Team (creata in soli pochi mesi grazie al sistema di pianificazione all'avanguardia di Maserati), iscritta alla classe "DMSB E1XP" della 24 Ore del Nurburgring 2006.
Schierata alla 24 Ore del Nurburgring nell'anno 2006 contraddistinta dal numero di gara 7, venne guidata dal pilota ufficiale Maserati Andrea Bertolini (3 volte Campione del Mondo FIA GT ed ex collaudatore Ferrari F1), Michael Bartels (Campione del Mondo FIA GT), Eric Van de Poele (ex pilota di Formula 1) e Gianni Giudici (noto pilota e team manager italiano con vasta esperienza in numerose categorie).

La "MC8 Laboratorio" è basata sulla GranSport GT3 e presenta evoluzioni tecniche sviluppate dal "Maserati R&D Factory Team", in quel tempo diretto dall'Ing. Giorgio Ascanelli (noto ingegnere con una lunga esperienza in Formula1). Tra le numerose soluzioni sperimentate vi erano l'albero di trasmissione in carbonio e il cambio sequenziale.
Claudio Berro, all'epoca direttore di Maserati Corse disse : "L'allestimento del Team R&D Factory è la prova che Maserati sta provando a testare in condizioni di gara le tecnologie più innovative da applicare sui modelli futuri."
La vettura era equipaggaita con pneumatici ufficiali Pirelli Pzero Racing, in quanto Maserati e Pirelli avevano rinnovato il loro accordo di partnership per le successive due stagioni solo poche settimane prima del debutto Maserati al Nurburgring.

Con oltre 200 vetture al via della 24 Ore disputata sul leggendario "Nordschleife" la Maserati GranSport Laboratorio - al debutto assoluto in questa gara - aveva dato una dimostrazione di estrema competitività, con il 10° posto in griglia di partenza tempo di qualifica 9'15"033.
In gara purtroppo mentre occupava la 5° posizione assoluta, dopo 4 ore e trenta minuti di gara, sotto regime di bandiere gialle, Eric Van de Poele venne centrato da un concorrente doppiato, che cappottò sul tetto della GranSport Laboratorio, costringendo la Maserati al ritiro.

Il successo di Maserati nelle gare di resistenza iniziò nel 1939 con una vittoria nelle 500 miglia di Indianapolis con la 8CTF pilotata da Wilbur, vittoria ripetuta l'anno successivo.
Curiosamente, è stato al Nürburgring che Maserati ha segnato alcune delle vittorie più importanti della sua storia: tre vittorie negli impegnativi 1000 chilometri (1956, 1960 e 1961). Moss-Behra-Taruffi-Schell (300S), Moss-Gurney (tipo Birdcage 61), Gregory-Cassner (tipo Birdcage 61) erano gli equipaggi trionfanti.